Browsing: Nazionale

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato il Dpcm che indica una serie di “servizi e attività che si svolgono al chiuso” fondamentali per garantire le “esigenze essenziali e primarie della persona” in quattro ambiti: esigenze alimentari e di prima necessità, esigenze di salute, esigenze di sicurezza ed esigenze di giustizia. Il rispetto delle misure, si legge nel provvedimento, “è assicurato dai titolari degli esercizi e dai responsabili dei servizi”.

Ecco nel dettaglio le attività alle quali si potrà accedere dal primo febbraio senza il pass.

ALIMENTARI E PRIMA NECESSITÀ – commercio al dettaglio in esercizi specializzati e non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati e altri esercizi non specializzati di alimenti vari), escluso in ogni caso il consumo sul posto; commercio al dettaglio di prodotti surgelati; commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in ese..

Su lavoro e credito si deve fare di più. De Luise: “Profonda delusione per la mancata proroga della Cassa Covid-19”

I sostegni decisi dal Governo per le imprese sono un riconoscimento della profonda crisi che colpisce le attività economiche, soprattutto nei settori del commercio e del turismo. Ma le risorse messe in campo rischiano di non essere sufficienti, e su lavoro e credito si deve fare di più.

Così Confesercenti commenta gli interventi del Governo varati nel CdM di oggi e il DPCM firmato dal premier Draghi.

Un milione di soggetti è chiamato dall’Esecutivo a farsi carico dell’onere organizzativo del controllo sul pass vaccinale. Gli imprenditori, come sempre finora, faranno la loro parte per tutelare la salute di tutti, ma sarebbe meglio puntare sui controlli a campione ed eliminare le sanzioni per le imprese in caso di cliente senza green pass. Il pericolo per i negozi fisici è uno squilibrio ancora più forte a vantaggio del commercio on line.

Anche sul fronte dei ristori ..

“I prezzi dei prodotti ittici freschi sono fermi e, in alcuni casi, in leggera diminuzione”. Il Presidente di Assoittici, Associazione degli operatori ittici al dettaglio di Confesercenti, Raffaele Viggiani, sottolinea il dato in controtendenza rispetto al generale andamento al rialzo dei prezzi, anche se evidenzia la riduzione dei margini operativi dovuta al rincaro dei costi energetici.

“La distribuzione dei prodotti ittici, sottolinea Viggiani, è una categoria merceologica tra le più energivore, sia nella fase della pesca che lungo la filiera, richiedendo la costante attivazione della catena del freddo, e dunque dell’energia elettrica, per la conservazione del prodotto fino al frigo di casa. I costi di energia elettrica si stima stiano incidendo sulla gestione della distribuzione ittica con aumenti sino al 172%. A questi vanno aggiunti quelli dei carburanti per la distribuzione su gomma che riguarda il 100% del prodotto. A fronte di questi aumenti, la buona notizia è che i prodotti..

Grande attesa per i prossimi passi del Governo, sia in tema attività in cui è richiesto il green pass, sia per quanto concerne gli interventi contro il caro bollette e, soprattutto, sui ristori a settori economici colpiti dalla pandemia, che dovrebbero essere all’ordine del giorno del prossimo Consiglio dei ministri.

Il Dpcm con la lista delle attività e degli esercizi dove non sarà richiesto il Green Pass dovrebbe arrivare tra oggi e domani. Secondo quanto ha confermato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri l’elenco “è quasi pronto. Tutto parte dal 1ø febbraio. Verrà non solo resa nota la lista, ma spiegata ulteriormente la bontà di quello che stiamo facendo per convincere le persone ancora indecise”.

Per quanto riguarda il caro bollette il governo sta studiando delle misure che dovrebbero essere inserite in un provvedimento del Consiglio dei ministri e che dovrebbero prevedere quasi dieci miliardi di euro all’anno di tagli strutturali ai costi dell’energia, più un raddop..

Maurizio Sperati, 58 anni, una lunga esperienza nel settore agroalimentare, è stato nominato Direttore Commerciale e Marketing di Confesercenti Nazionale. Sperati comincia la sua carriera, nel 1998, in Amalattea come amministratore delegato. Nel 2012 la società, specializzata in prodotti a base di latte di capra, viene partecipata da Granarolo. Sperati ne diventa quindi Direttore Vendite. Fino al 2020 quando passa a Kipre, come Direttore Commerciale.

Da gennaio entra a far parte di Confesercenti che, anche grazie alla nuova nomina, intende porsi come interlocutore privilegiato per il mondo della distribuzione italiana.

L'articolo Confesercenti, Maurizio Sperati nominato Direttore Commerciale e Marketing proviene da Confesercenti Nazionale.

Il Tribunale civile di Roma, in data odierna, rilevato che occorre dare attuazione giudiziale all’ordinanza cautelare emessa il 14/10/2021 per assicurare l’assegnazione dei tre seggi ancora vacanti all’interno del C.d.A. della Fondazione Enasarco, ne ha disposto la integrale composizione.

Sarà così garantito il regolare funzionamento dell’organo amministrativo della stessa Fondazione, ponendo la parola fine ad un contenzioso giudiziario che si protrae da oltre un anno. Per Confesercenti e la lista “Fare Presto!” un giusto riconoscimento che valorizza pienamente il lavoro svolto e la indiscutibile vittoria ottenuta in campo elettorale.

Il Tribunale ha inoltre disposto la convocazione del CdA ai fini dell’elezione del presidente e del vicepresidente della Fondazione.

L'articolo Enasarco: il Tribunale di Roma dispone l’assegnazione dei seggi vacanti in CdA proviene da Confesercenti Nazionale.

“Onorerò Sassoli, mi batterò per l’Europa”
L’eurodeputata maltese e membro del Ppe Roberta Metsola è stata eletta, al primo turno, presidente del Parlamento europeo. I voti favorevoli per Metsola sono stati 458. Il numero di votanti è stato 690, le schede bianche e nulle sono state 74, i voti espressi sono stati
617.
La svedese Alice Kuhnke (Verdi) ha ottenuto 101 voti, e la spagnola Sira Rego (Sinistra) ne ha avuti 57.

“Onorerò David Sassoli come Presidente battendomi sempre per l’Europa. Voglio che le persone recuperino un senso di fede ed entusiasmo nei confronti del nostro progetto. Credo in uno spazio condiviso più giusto, equo e solidale”, ha detto la neopresidente all’Assemblea. “La disinformazione nel periodo pandemico ha alimentato isolazionismo, e nazionalismo, queste sono false illusioni, l’Europa è l’esatto opposto di questo”, ha aggiunto.

L'articolo Europarlamento: Roberta Metsola eletta Presidente proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti interviene in audizione davanti alle Commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio della Camera dei Deputati. Al centro dell’intervento il disegno di legge di conversione del decreto recante disposizioni urgenti in materia di termini legislativi.

Audizione in videoconferenza presso la Sala del Mappamondo della Camera martedì 18 gennaio a partire dalle 10.00.

La diretta sulla webTv della Camera dei Deputati (clicca qui)

L'articolo Termini legislativi, Confesercenti in audizione alla Camera proviene da Confesercenti Nazionale.

Dal bonus prima casa per gli under 36 ai beni e servizi anti Covid-19

Pronti sul sito dell’Agenzia delle Entrate i modelli e le istruzioni delle dichiarazioni 730, Certificazione Unica, 770 e Iva per il 2022.

Tra le principali novità, l’ingresso nel 730 del Superbonus per l’abbattimento delle barriere architettoniche, la possibilità nella CU di indicare nuove detassazioni del reddito, e l’inserimento di alcuni campi, nel modello Iva, relativi ai beni e servizi necessari nella lotta alla pandemia da Covid-19. Per la CU 2022 l’approvazione ha riguardato anche le specifiche tecniche per la trasmissione in via telematica dei dati, da effettuarsi nel mese di febbraio e fino al 16 marzo 2022.

Dal Superbonus barriere architettoniche al bonus musica, il nuovo 730 – Nel modello 2022 trovano spazio gli adeguamenti del trattamento integrativo e dell’ulteriore detrazione a favore dei lavoratori dipendenti e assimilati. Fanno il loro ingresso il nuovo “bonus musica”, che riguarda le spese relati..

A rischio 6,4 miliardi di euro di consumi. “Servono interventi su credito, ammortizzatori Covid e bollette”

Omicron e corsa delle bollette portano indietro di sei mesi le lancette della ripresa. Il nuovo rallentamento innescato dalla quarta ondata e dall’aumento dei prezzi dei beni energetici potrebbe mettere a rischio, nel solo primo trimestre del 2022, circa 6,4 miliardi di euro di spesa: una stangata che riprecipiterebbe i consumi ai livelli del secondo trimestre dello scorso anno, cancellando di fatto tutta la ripresa maturata nella seconda parte del 2021 e spostando dalla fine del 2023 all’inizio del 2024 il recupero dei livelli pre-pandemici.

Così Confesercenti.

A mettere a rischio i consumi è in primo luogo il combinato disposto dell’aumento dello smartworking e della frenata del turismo, che potrebbe portare a 3,1 miliardi di euro di minori introiti nel trimestre per la mancanza dei viaggiatori stranieri e per i mancati consumi dei lavoratori nei pubblici esercizi. Un colpo ..