Sisma Centro Italia 2016, proroga versamenti fino al 15 gennaio 2020

 

Eliminata la maxi rata che prevedeva il pagamento dell’importo corrispondente alle prime cinque quote

“Rinviato al 15 gennaio 2020 il termine per il pagamento dei tributi, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, sospesi per il terremoto che ha colpito le regioni dell’Italia centrale, a partire dal 24 agosto 2016”.

Ne dà notizia FiscoOggi, il giornale on line dell’Agenzia delle Entrate che spiega come: “la proroga sia prevista dall’articolo 8 del decreto legge n. 111/2019, “decreto clima”, che modifica i commi 11 e 13, dell’articolo 48 del Dl n. 189/2016, che prevedevano il versamento delle somme sospese entro il 15 ottobre di quest’anno.

“Confermate – prosegue FiscoOggi – le modalità di pagamento che potrà avvenire in un’unica soluzione, senza sanzioni e interessi, oppure mediante rateizzazione fino a un massimo di 120 rate mensili di pari importo”.

Il decreto legge consente infine di posticipare il pagamento, in caso di rateizzazione dell’arretrato, a gennaio. Viene abolita la maxi rata che prevedeva il pagamento delle prime cinque rate di pari importo in cui il debito è stato suddiviso.  In base alla nuova disposizione, entro il 15 gennaio 2020, dovrà essere versato soltanto la prima rata.

 


Powered by WPeMatico

Pin It