PRESTITI A TASSO ZERO PER LE AZIENDE DELLA FILIERA TURISTICA

LA Regione Sardegna ha pubblicato l’AVVISO PUBBLICO (scarica) rivolto ai soggetti che intendono accedere al  FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI CHIROGRAFARI ALLE MICRO E PICCOLE IMPRESE DELLA FILIERA TURISTICA DELLA SARDEGNA ai sensi dell’art. 7 della LEGGE REGIONALE 9 MARZO 2020, N. 8.

Di seguito riportiamo un RIEPILOGO SINTETICO DELLA MISURA E DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE.

Dimensione del prestito. Minimo 40.000 EURO Massimo 70.000 EURO nel rispetto del Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 8 dicembre 2013; Minimo 30 000 EURO Massimo 52 500 EURO nel rispetto dell’Art. 14 del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014;

Apertura avviso: le richieste potranno essere presentate a partire dalle ore 9.00 del 29/04/2020; sarà possibile per il Soggetto proponente inviare la Domanda di finanziamento attraverso i servizi on line.

Scadenza: 31/07/2020, inoltre saranno previste ulteriori finestre temporali fino all’esaurimento delle risorse disponibili

Procedura istruttoria. A Sportello

Procedura accelerata. Attraverso la presentazione di polizza fidejussoria

Intensità di aiuto. Tasso zero sulle somme concesse

Rimborso. Rate costanti posticipate semestrali con scadenze prefissate al 31 maggio e al 30 novembre, ad importo costante, decorrenti dalla conclusione del periodo di preammortamento (eventuale preammortamento tecnico)

Requisiti per superare la fase di ammissibilità formale. i Soggetti proponenti dovranno dichiarare il possesso dei seguenti requisiti:

  • avere sede operativa in Sardegna ed essere regolarmente costituiti ed iscritti nel Registro imprese da almeno tre anni dalla data di pubblicazione del presente Avviso;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposti a procedure concorsuali;
  • non aver partecipato alle agevolazioni previste con il D.L. 8/04/2020 n. 23 “Decreto liquidità”, per i prestiti fino a 25.000 euro;
  • non rientrare tra coloro che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuali quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
  • non trovarsi in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà, di cui alla definizione degli orientamenti comunicati sugli Aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà, e/o non aver incontrato difficoltà o essersi trovata in una situazione di difficoltà successivamente, a seguito dell’epidemia di Covid-19;
  • essere in regola con gli adempimenti previdenziali e assicurativi5.
  • essere in regola con l’art. 14 della Legge regionale 11 aprile 2016, n. 5 in materia di provvidenze, agevolazioni o
  • non operare nei settori di cui all’articolo 1, lettere a) e b), del regolamento «de minimis» o nei settori esclusi;
  • non essere oggetto di procedura concorsuale per insolvenza o non soddisfare le condizioni previste per l’apertura nei loro confronti di una tale procedura su richiesta dei creditori;
  • non risultare inadempienti o insolventi per quanto riguarda eventuali altri prestiti o contratti di leasing concessi dall’intermediario finanziario o da un altro ente finanziario, a seguito di controlli effettuati conformemente agli orientamenti interni e alla normale politica di credito;
  • non aver ricevuto nuovo finanziamento del debito in violazione delle norme sul cumulo stabilite nel pertinente regolamento «de minimis»;

Inoltre i legali rappresentanti dei Soggetti proponenti dovranno dichiarare il possesso dei seguenti requisiti:

  • non essere stati condannati con sentenza passata in giudicato per un reato riguardante la loro condotta professionale tale da compromettere la loro capacità di attuare un’operazione;
  • non essere stati destinatari di una sentenza passata in giudicato per frode, corruzione, partecipazione ad un’organizzazione criminale o qualsiasi altra attività illecita o comunque che leda gli interessi finanziari dell’Unione;
  • non essersi resi colpevoli di false dichiarazioni nel fornire le informazioni richieste ai fini della selezione.

 Codici ATECO AMMESSI

47.78.32Commercio al dettaglio di oggetti d’artigianato
49.32.20Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente
50.10.00Trasporto marittimo e costiero passeggeri “Traffico locale”
55.10.00Alberghi
55.20.10Villaggi turistici
55.20.20Ostelli della gioventù
55.20.51Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence
55.20.52Attività di alloggio connesse alle aziende agricole
55.30.00Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte
56.10.11Ristorazione con somministrazione
56.10.12Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole
56.10.30Gelaterie e pasticcerie
56.10.41Gelaterie e pasticcerie ambulanti
56.10.42Ristorazione ambulante
56.30.00Bar e altri esercizi simili senza cucina
77.11.00Noleggio di autovetture ed autoveicoli Leggeri
77.21.01Noleggio di biciclette
77.21.02Noleggio senza equipaggio di imbarcazioni da diporto (inclusi i pedalò)
77.21.09Noleggio di altre attrezzature sportive e ricreative
77.34.00Noleggio di mezzi di trasporto marittimo e fluviale
79.11.00Attività delle agenzie di viaggio
79.90.19Altri servizi di prenotazione ed altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio
79.90.20Attività delle guide e degli accompagnatori turistici
91.02.00Attività di musei
91.03.00Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili
93.21.00Parchi di divertimento e parchi tematici
93.29.20Gestione di stabilimenti balneari: marittimi, lacuali e fluviali
49.39.09Altri trasporti terrestri di passeggeri nca4

CODICI ATECO DELLE ATTIVITA’ BENEFICIARIE

Per informazioni rivolgersi alle sedi confesercenti della Provincia 

I commenti sono chiusi.