Dl Semplificazioni: ok finale Camera, tutte le norme

Tra le disposizioni: riforma degli Ncc, fondo di garanzia per le pmi in difficoltà, rottamazione bis anche per i ritardatari e obbligo di etichetta per tutti gli alimenti

E’ arrivato il via libera definitivo della Camera al Dl Semplificazioni con 275 voti favorevoli, 206 voti contrari e 27 astenuti. Nella serata di ieri era stata approvata la questione di fiducia posta dal Governo. Oggi l’Aula di Montecitorio – dopo l’esame degli ordini del giorno – ha votato il disegno di legge di conversione in legge. Nell’ambito dell’esame, è stata approvata anche una raccomandazione sulle concessioni demaniali marittime.

Dalla riforma degli Ncc, al fondo di garanzia per le pmi in difficoltà, dall’estensione della rottamazione bis anche per i ritardatari ai 10 milioni per le famiglie delle vittime di Rigopiano, ecco cosa prevede:

FONDO DI GARANZIA PER LE PMI IN DIFFICOLTÀ: Viene istituito, nell’ambito del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, una Sezione speciale dedicata a interventi di garanzia in favore delle Pmi che sono in difficoltà nella restituzione delle rate di finanziamenti già contratti con banche e intermediari finanziari e sono titolari di crediti certificati nei confronti delle pubbliche Amministrazioni.

ALTRE MISURE DI SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA DI IMPRESE E LAVORO: Via l’obbligo per i produttori e confezionatori di burro l’obbligo di tenere il registro di carico e scarico sul quale devono essere indicate la quantità e la qualità della materia prima impiegata ed i tipi di burro ottenuti. Stop anche all’obbligo per i grossisti di tenuta del registro di carico e scarico di alcune sostanze zuccherine.

NUOVE NORME PER NCC: Prevista per gli Ncc la possibilità di operare in ambito provinciale ma senza dover tornare sempre in rimessa, ma solo a patto di rispettare alcuni nuovi requisiti ad eccezione degli Ncc di Sicilia e Sardegna, per i quali l’ambito operativo è regionale anziché provinciale. Stop al rilascio di nuove autorizzazioni fino alla piena operatività di un nuovo archivio informatico pubblico nazionale che registrerà le autorizzazioni per gli NCC e le licenze per i taxi.

OBBLIGO ETICHETTA PER TUTTI GLI ALIMENTI: Arriva l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti. Finora in Italia l’obbligo dell’indicazione di origine valeva solo per alcuni tipi di alimenti come pelati e concentrati di pomodoro, latte e derivati, riso, grano della pasta e pollo.

STARTUP E PMI INNOVATIVE: Modificata la disciplina delle start-up, degli incubatori certificati e delle PMI innovative, allo scopo di semplificare gli obblighi informativi a carico di tali categorie di imprese e snellire gli adempimenti richiesti per il mantenimento delle agevolazioni ad essi concesse.

300 MILIONI AL FONDO IMU-TASI: Torna a 300 milioni nel 2019 il rifinanziamento del fondo Imu-Tasi. Nella legge di Bilancio l’importo era stato ridotto a 190 milioni. L’incremento vale solo per il 2019, poi resterà pari a 190 milioni fino al 2033.

REGISTRO ELETTRONICO NAZIONALE TRACCIABILITÀ RIFIUTI: Istituito, a partire dal 1 gennaio 2019, il registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti gestito dal ministero dell’Ambiente.

REVERSE CHARGE: Introdotta una nuova disciplina per contrastare fenomeni di elusione ed evasione dell’Iva nell’ambito di transazioni commerciali, effettuate tramite piattaforme commerciali online di beni elettronici come cellulari, console da gioco, tablet, Pc e laptop.

NOVITÀ PER LE ZONE ECONOMICHE SPECIALI: Semplificazioni per accelerare l’insediamento e la realizzazione delle Zone economiche speciali e via libera alla Cabina di regia a Palazzo
Chigi sulle Zes.

ROTTAMAZIONE BIS ANCHE PER CHI NON IN REGOLA CON RATE: Si potrà aderire alla rottamazione delle cartelle anche se non si sono rispettati i termini della rottamazione bis (fissati per il 7 dicembre).

PRESTITO ALITALIA: Rinvio fino al 30 giugno 2019 della scadenza per la restituzione del “prestito-ponte” ad Alitalia, con la specifica che il rientro del prestito si riferisce all’intero finanziamento, pari a 900 milioni.

ESCLUSIONE LAVORATORI AUTONOMI SPETTACOLO IN LUOGHI A RISCHIO: Escludere che alcuni lavoratori autonomi dello spettacolo, tra cui artisti lirici, attori, registi, sceneggiatori, direttori d’orchestra, tecnici del montaggio, arredatori, architetti, scenografi, truccatori e parrucchieri, possano svolgere la propria attività in luoghi in cui imprese, enti o associazioni del cinema, del circo o del teatro non siano in possesso del certificato di agibilità.

CANCELLATA LA “TASSA SULLA BONTÀ”: L’aliquota Ires per le no profit, che con la legge di bilancio era stata raddoppiata al 24%, torna al 12%.

CASA PIGNORATA NON VA LASCIATA SUBITO: Tutti i debitori proprietari di case pignorate, e i familiari che con lui convivono, non perdono il possesso dell’immobile e delle sue pertinenze sino al decreto di trasferimento che conclude l’espropriazione forzata dell’immobile pignorato.

MORATORIA 18 MESI TRIVELLE: Sospensione di 18 mesi, in attesa della stesura del Piano sulle aree idonee, dei procedimenti di conferimento di nuovi permessi di prospezione e ricerca di
idrocarburi; la sospensione vale anche per i permessi vigenti. Previsto anche un aumento dei canoni di concessione pari a 25 volte. L’aumento scatterà dal prossimo primo giugno.

VIA LIBERA A REGIONALIZZAZIONE CONCESSIONI IDROELETTRICHE: Ok alla ‘regionalizzazione’ delle concessioni idroelettriche. Il provvedimento prevede che, alla scadenza delle concessioni di grandi derivazioni idroelettriche e nei casi di decadenza o rinuncia, le opere in stato di regolare funzionamento vadano senza compenso in proprietà delle Regioni.

10 MLN A FAMIGLIE VITTIME RIGOPIANO: E’ autorizzata la spesa di 10 milioni di euro per l’anno 2019 in favore delle vittime e di coloro che, a seguito del disastro di Rigopiano hanno subito lesioni gravi o gravissime. Previste inoltre l’accesso alle al lavoro quote riservate agli invalidi del lavoro e al titolo di preferenza per le assunzioni nella pubblica amministrazione per
chi ha perso uno o entrambi i genitori nel disastro di Rigopiano.

ITER PIU’ BREVE PER OK POSA BANDA LARGA: Semplificata l’installazione dell’infrastruttura di banda larga. Viene tagliato anche, da 120 a 90 giorni, il termine per il parere del soprintendente sula posa dei cavi.

VIA OBBLIGO LIBRO UNICO TELEMATICO LAVORO: Eliminato l’obbligo della modalità telematica per la tenuta del libro unico del lavoro.

DA 2020 IL PREMIER GUIDA L’AGENDA DIGITALE: Dal primo gennaio 2020 i poteri e le funzioni del commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda digitale saranno attribuiti al presidente del Consiglio dei ministri.

OK A DEFINIZIONE DI BLOCKCHAIN E SMART CONTRACT: Approvate le definizioni delle ‘tecnologie basate su registri ……Leggi tutto      

Pin It