CCIAA di Nuoro. CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE

PUBBLICATO IL  BANDO  DELLA C.C.I.A.A. DI NUORO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE PER INVESTIMENTI PER LO SVILUPPO, L’OCCUPAZIONE E L’INNOVAZIONE

E’ stato pubblicato ieri 20/07/2017  il BANDO della CCIAA di Nuoro denominato “Interventi “aiuti de minimis”- iniziative locali per lo sviluppo e l’occupazione e per l’innovazione delle imprese esistenti – annualità 2017”.

Possono presentare domanda  le imprese esistenti e quelle di nuova costituzione che hanno sede e/o intendono localizzare la sede legale ed operativa nell’ambito territoriale della CCIAA di Nuoro. La scadenza delle istanze è prevista per il  15/09/2017.

Di seguito una breve scheda esplicativa:

 

SPESE AGEVOLABILI

Sono ammesse al contributo le spese le cui fatture (al netto di IVA ed altre eventuali imposte e tasse), siano emesse e quietanzate successivamente alla data di presentazione della Domanda di ammissione al contributo. Il progetto deve essere concluso entro il termine massimo di diciotto  mesi.

Le spese ammissibili riguardano:

  1. Acquisto di macchinari, attrezzature, software, brevetti e licenze, arredi, macchine d’ufficio e hardware e attrezzature varie, nuovi di fabbrica;
  2. Progettazioni ingegneristiche riguardanti le strutture dei fabbricati e degli impianti, sia generali che specifici, direzione dei lavori, valutazione di impatto ambientale, collaudi di legge, oneri per le concessioni edilizie (per un importo non superiore all’incidenza del 10%, al netto dell’IVA, sugli investimenti ammissibili);
  3. Studi di fattibilità economico-finanziaria e redazione del business-plan, corsi di addestramento (per un importo non superiore all’incidenza del 10%, al netto dell’IVA, sugli investimenti ammissibili);
  4. Costi relativi al corso di formazione sull’auto imprenditorialità obbligatorio per le nuove imprese;
  5. Infrastrutture specifiche aziendali;
  6. Ristrutturazione di immobili e adeguamento dei locali alle norme vigenti in materia di sicurezza e igienico sanitarie, di proprietà o per il quale si abbia titolo di disponibilità di durata non inferiore a 5 anni a decorrere dalla data di ammissione alle provvidenze. Rientrano in tale voce anche le spese relative ad impianti elettrici, termoidraulici, di climatizzazione, nonché opere murarie ed assimilate (ammesse a contribuzione se effettuate su beni immobili destinati all’attività d’impresa). Tali spese non potranno incidere in misura superiore al 30% sugli investimenti ammissibili. Se l’immobile non è di proprietà del soggetto beneficiario, deve essere presentato idoneo titolo di possesso stipulato a nome dell’impresa beneficiaria e regolarmente registrato;
  7. Acquisto di attrezzature e macchinari, anche usati alle seguenti condizioni: produzione di apposita autocertificazione attestante la provenienza del bene, sulla cui veridicità l’Ente camerale si riserverà di effettuare gli opportuni accertamenti presso l’Amministrazione finanziaria;
  8. Rilascio della polizza assicurativa fino ad un massimo di euro 1.000,00;
  9. Rilascio della fideiussione fino ad un massimo di euro 1.000,00;

Tutti i pagamenti dovranno essere effettuati mediante bonifico bancario.

 

MISURA DELLE AGEVOLAZIONI

Il contributo massimo previsto dal presente bando, per ogni singola iniziativa, è pari a 60% della spesa ammessa. Il contributo non può essere superiore, in ogni caso, ad euro 15.000,00.

 

CRITERI DI PRIORITÀ/ELEMENTI DI VALUTAZIONE

1. Ricaduta occupazionale del progetto. 2.Partecipazione femminile all’iniziativa; 3.Partecipazione dei giovani fino ai 30 anni (31° anno di età non compiuto); 4. Partecipazione di soggetti con difficoltà di inserimento o di reinserimento nel mercato del lavoro; 5.Cantierabilità dell’iniziativa; 6. Apporto di risorse proprie oltre l’apporto minimo del 40%; 7. Appartenenza dell’attività ad una delle categorie considerate “prioritarie” come da elenco; 8. Dichiarata e preventiva adesione della start up a forme associative, quali consorzi, contratti di rete e consimili; 9. Previsione di sistemi di autoproduzione di energia; 10. Informatizzazione delle procedure; 11. Adesione ad un percorso di certificazione di qualità; 12. Trasferimento generazionale; 13. Mantenimento o incremento occupazionale nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda; 14. Esame della fattibilità tecnico economica e della congruità e coerenza del progetto di investimento presentato

Per ulteriori informazioni e chiarimenti, gli interessati potranno rivolgersi direttamente alla sede provinciale della Confesercenti Provinciale di Nuoro-Ogliastra, a Nuoro in Via Leonardo Da Vinci 50, o chiamare ai numeri 0784-30188, 0784-32188, Cell.  3461866833   3461866832

In alternativa contattare le sedi zonali di Tortolì (3397015745), Macomer (078573238) e Siniscola 0784875120

 

scarica BANDO_DE_MINIMIS_2017

Pin It